§35 La definizione di “macchina”
Formiamo professionisti della Sicurezza delle Macchine
Aiutaci a crescere condividendo questo articolo

§35 La definizione di “macchina”

linee guida direttiva macchine download

Di seguito riportiamo in paragrafo della guida alla applicazione della direttiva macchine e a fianco si trova la traduzione in Italiano. Il testo completo della guida è scaricabile dal sito della commissione europea alla sezione macchine

More...

Guide to application of the Machinery Directive 2006/42/EC - Edition 2.1 – July 2017 (Update of 2nd Edition)

The first indent of the definition of 'machinery' includes the following elements:

. . . an assembly . . . consisting of linked parts or components . . .

Products with parts or components that are not linked together in an assembly are not considered as machinery.

This does not preclude the supply of machinery with certain parts disassembled for storage or transport purposes. In such cases, the machinery must be designed and constructed in order to prevent errors of fitting when the separate parts are assembled. This is particularly important if the machinery is intended for untrained non-professional users. The manufacturer must also provide adequate assembly instructions, taking account, where appropriate, of the level of general education and acumen that can reasonably be expected from non-professional users – see §225: comments on section 1.5.4, §259: comments on section 1.7.4.1 (d), and §264: comments on section 1.7.4.2 (i) of Annex I.

. . . at least one of which moves . . .

Products without moving parts are not considered as machinery.

. . . fitted with or intended to be fitted with a drive system . . .

The moving parts of machinery are powered by a drive system using one or more sources of energy such as thermal, electric, pneumatic, hydraulic or mechanical energy. The machinery may have a motor using its own source of energy such as thermal energy or energy provided by a battery. It may be connected to one or more external sources of energy such as a supply of electricity or compressed air. Machinery may use mechanical energy supplied by other equipment such as, for example, towed agricultural machinery that is driven by the power take-off of a tractor, or test beds for motor vehicles that are driven by the vehicles being tested; machinery may also be powered by natural sources of energy such as wind or water power.


Usually the manufacturer of complete machinery supplies the machinery fitted with its drive system. However, machines intended to be fitted with a drive system but supplied without it may also be considered as machinery. This provision takes account, for example, of the fact that certain users of machinery prefer to have a homogeneous stock of motors for their machines in order to facilitate maintenance.


For machinery to be supplied without a drive system:

- the manufacturer's risk assessment must take into account all the risks associated with the machinery, including those relating to the drive system to be fitted to the machinery – see §158: comments on General Principle 1 of Annex I;
- the machinery manufacturer must set out in his instructions all the necessary specifications for the drive system to be fitted such as the type, power and means of connection, and provide precise fitting instructions for the drive system – see §264: comments on section 1.7.4.2 (i) of Annex I;
- the conformity assessment of the machinery must cover the specifications of the drive system to be fitted and the fitting instructions;
- the CE-marking on the machinery and the EC Declaration of Conformity that accompanies the machinery must cover the specifications and instructions relating to the drive system to be fitted.


If the above conditions are not fulfilled, machinery without a fully specified drive system must be considered as partly completed machinery (PCM) – see §46: comments on Article 2 (g). In that case, the combination of such partly completed machinery and the drive system must be considered as the final machinery and must be subject to a specific conformity assessment – see §38: comments on the fourth indent of Article 1 (a).


. . . other than directly applied human or animal effort . . .

The moving parts of machinery subject to the Machinery Directive must be driven by a source of energy other than directly applied human or animal effort. Machinery driven by directly applied human or animal effort, such as, for example, hand-driven lawn mowers, hand drills or hand-pushed trolleys, which cease to operate as soon as the manual effort is no longer applied, are not subject to the Machinery Directive. Lifting machinery is the only exception to this general rule – see §40: comments on the fifth indent of Article 2 (a).
On the other hand, the Machinery Directive is applicable to machinery driven by manual effort which is not applied directly but stored, for example, in springs or in hydraulic or pneumatic accumulators, so that the machinery can function after the manual effort has ceased.



. . . which are joined together for a specific application . . .

Machinery must be useable for a specific application as applying to the complete machine and its intended use. Typical machinery specific applications include, for example, the processing, treatment, or packaging of materials, or the moving of materials, objects or persons.

.


Il primo trattino della definizione di "macchinario" comprende i seguenti elementi:

. . . un insieme. . . costituito da parti o componenti collegati. . .

I prodotti con parti o componenti che non sono collegati tra loro in un assieme non sono considerati macchinari.

Ciò non preclude la fornitura di macchinari con alcune parti smontate per scopi di stoccaggio o trasporto. In tali casi, le macchine devono essere progettate e costruite per evitare errori di montaggio durante il montaggio delle parti separate. Ciò è particolarmente importante se il macchinario è destinato a utenti non professionisti non addestrati. Il produttore deve anche fornire adeguate istruzioni di montaggio, tenendo conto, se del caso, del livello di istruzione generale e acume che ci si può ragionevolmente aspettare da utenti non professionisti - vedere §225: commenti sulla sezione 1.5.4, §259: commenti su sezione 1.7.4.1 (d) e §264: commenti sulla sezione 1.7.4.2 (i) dell'allegato I.


. . almeno uno dei quali si muove. . .

I prodotti senza parti in movimento non sono considerati macchinari.

. . . dotato o destinato ad essere dotato di un sistema di azionamento. . .

Le parti mobili dei macchinari sono alimentate da un sistema di azionamento che utilizza una o più fonti di energia come energia termica, elettrica, pneumatica, idraulica o meccanica. Il macchinario può avere un motore che utilizza la propria fonte di energia come energia termica o energia fornita da una batteria. Può essere collegato a una o più fonti esterne di energia come una fornitura di elettricità o aria compressa. Le macchine possono utilizzare l'energia meccanica fornita da altre attrezzature come, ad esempio, macchine agricole trainate trainate dalla presa di forza di un trattore o banchi di prova per veicoli a motore che sono guidati dai veicoli sottoposti a prova; i macchinari possono anche essere alimentati da fonti naturali di energia come l'energia eolica o idrica.

Di solito il produttore di macchinari completi fornisce i macchinari dotati del suo sistema di trasmissione. Tuttavia, anche le macchine destinate a essere dotate di un sistema di azionamento ma fornite senza di esso possono essere considerate macchine. Questa disposizione tiene conto, ad esempio, del fatto che alcuni utenti di macchinari preferiscono disporre di uno stock omogeneo di motori per le loro macchine al fine di facilitare la manutenzione.

Per i macchinari da fornire senza un sistema di azionamento:

- la valutazione del rischio del costruttore deve tenere conto di tutti i rischi associati alla macchina, compresi quelli relativi al sistema di azionamento da installare sulla macchina - cfr. §158: commenti sul principio generale 1 dell'allegato I;
- il costruttore della macchina deve indicare nelle sue istruzioni tutte le specifiche necessarie per il sistema di azionamento da installare, come il tipo, la potenza e i mezzi di collegamento, e fornire istruzioni precise di montaggio per il sistema di azionamento - vedere §264: commenti sulla sezione 1.7 .4.2 (i) dell'allegato I;
- la valutazione di conformità della macchina deve comprendere le specifiche del sistema di trasmissione da installare e le istruzioni di montaggio;
- la marcatura CE sulla macchina e la Dichiarazione di conformità CE che accompagna la macchina devono contenere le specifiche e le istruzioni relative al sistema di trasmissione da installare.

Se le condizioni di cui sopra non sono soddisfatte, le macchine senza un sistema di azionamento completamente specificato devono essere considerate come macchine parzialmente completate (quansi - macchine) - vedere §46: commenti sull'articolo 2, lettera g). In tal caso, la combinazione di tali macchinari parzialmente completati e il sistema di trasmissione deve essere considerata come la macchina finale e deve essere soggetta a una valutazione di conformità specifica - cfr. §38: commenti sull'articolo 1, lettera a), quarto trattino.

. . . diverso dallo forza umana o animale applicato direttamente. . .

Le parti mobili delle macchine soggette alla Direttiva Macchine devono essere guidate da una fonte di energia diversa dallo sforzo umano o animale direttamente applicato. Le macchine azionate dallo sforzo umano o animale direttamente applicato, come, ad esempio, tosaerba manuali, trapani a mano o carrelli a spinta manuale, che cessano di funzionare non appena lo sforzo manuale non viene più applicato, non sono soggetti alle Direttiva macchine. Le macchine di sollevamento sono l'unica eccezione a questa regola generale - vedere §40: commenti sull'articolo 2, lettera a), quinto trattino.
D'altra parte, la Direttiva Macchine è applicabile alle macchine guidate dallo sforzo manuale che non viene applicato direttamente ma immagazzinato, ad esempio, in molle o in accumulatori idraulici o pneumatici, in modo che le macchine possano funzionare dopo che lo sforzo manuale è cessato.

. . . che sono uniti per un'applicazione specifica. . .

Le macchine devono essere utilizzabili per un'applicazione specifica come applicabili alla macchina completa e all'uso previsto. Le applicazioni tipiche di macchinari specifici includono, ad esempio, la lavorazione, il trattamento o l'imballaggio di materiali o lo spostamento di materiali, oggetti o persone.


About the Author Ing. Rigon

CEO di SiCert S.r.l. Esperto in Direttive Europee e Normativa Tecnica per quanto concerne la sicurezza dei macchinari e delle attrezzature di lavoro e Luoghi di Lavoro Marito, Padre e appassionato della cultura e della formazione.

follow me on:

Leave a Comment: