Definizione di MACCHINA ai sensi della Direttiva Macchine
Formiamo professionisti nella Sicurezza delle Macchine
Aiutaci a crescere condividendo questo articolo
definizione di macchina ai sensi della direttiva macchine

Definizione di MACCHINA ai sensi della Direttiva Macchine

Partire dal conoscere la definizione di macchina ha dei risvolti molto rilevanti sia per i produttori che per gli utilizzatori. Capire cos’è una macchina permette infatti di avere chiarezza, fra gli altri aspetti pure rilevanti per la definizione di macchina, sulla differenza che passa con una quasi macchina.

More...

Cosa dice la direttiva macchine

Ancora una volta a fare da riferimento è la direttiva 2006/42/CE. In particolare, per avere una definizione di macchina, può essere molto utile partire dalla definizione di quasi macchina che potrà indirettamente chiarire la definizione di macchina.

Senza riportare l’intero testo della norma basta fermarsi al primo comma che definisce la quasi macchina come:

Insiemi che costituiscono quasi una macchina, ma che, da soli, non sono in grado di garantire un’applicazione ben determinata.

È la stessa norma che al comma successivo specifica ulteriormente cos'è una quasi macchina. Esempio per capire cos'è una quasi macchina secondo la Direttiva Macchine possiamo semplicemente dire che un macchinario o un insieme di macchinari privi un sistema di azionamento. In sostanza si ha una quasi macchina quando si è in presenza di un’apparecchiatura che per caratteristiche intrinseche non può funzionare in modo autonomo ma deve essere aggiunto o incorporata ad un’altra componente.

Questo primo passaggio consente quindi di dire che la macchina ha la facoltà di funzionare autonomamente, di raggiungere cioè lo scopo funzionale per cui è stata progettata senza necessità di avere ulteriori apparecchiature di supporto.

Definizione macchina: ricadute operative

L’importanza di avere la definizione macchina consente di avere poi ben chiare quali sono le norme da rispettare.

In particolare il legislatore comunitario prevede, per le macchine, il rispetto di differenti categorie di norma. Prima di addentrarci nel fascicolo tecnico che è il documento che il fabbricante deve costruire e conservare perché previsto e la sua realizzazione è obbligatoria secondo quando scritto  dalla direttiva macchine, occorre premettere come la Direttiva offra un quadro di riferimento su quali disposizioni vadano rispettate ma non si soffermi sul come queste disposizioni vadano rispettate.

Questo tipo di impostazione porta con sé dei limiti non trascurabili. Se da un lato infatti, si riscontra un maggior grado di autonomia nella scelta delle modalità con cui attenersi alle disposizioni previste, dall'altro questo maggior grado di libertà, impone al produttore o all'utilizzatore di dover ricercare autonomamente quelle norme tecniche che permettano poi il concreto rispetto di quanto previsto dalla Direttiva Macchine.

È il motivo per cui il progettista, ferma la sua autonomia progettuale, deve ricercare e far riferimento a  norme tecniche, che se pur di applicazione volontaria, danno al presunzione di conformità ai requisiti di sicurezza della direttiva macchine.

Direttiva macchina: fascicolo tecnico - esempio

Un discorso a parte merita quanto prevede la direttiva macchina per la redazione di un fascicolo tecnico.

Per le macchine si parla di un fascicolo tecnico e non semplicemente di documentazione tecnica pertinente così come invece previsto per le quasi macchine.

Il fascicolo tecnico deve contenere le dichiarazioni sottoscritte dal produttore che attestano la conformità della macchina a quanto previsto dalla direttiva 2006/42/CE. Se vuoi approfondire gli argomenti da trattare nel fascicolo tecnico con degli esempi puoi leggere questo articolo: Fascicolo Tecnico CE secondo la Direttiva Macchine | Esempi

Tra gli aspetti richiesti c’è la necessità di:

  • descrivere la macchina e di fornire una rappresentazione grafica dei circuiti di funzionamento
  • di fornire un manuale di istruzioni
  • allegare analisi dei rischi eseguita secondo la norma tecnica UNI EN 12100
  • allegare le dichiarazioni dell’eventuale incorporazione delle quasi macchine
  • allegare le relative dichiarazione di conformità delle macchine incorporate

Molto importante, che siano presenti poi i risultati dei test di sicurezza effettuati.

About the Author Ing. Rigon

CEO di SiCert S.r.l. Esperto in Direttive Europee e Normativa Tecnica per quanto concerne la sicurezza dei macchinari e delle attrezzature di lavoro e Luoghi di Lavoro Marito, Padre e appassionato della cultura e della formazione.

follow me on:

Leave a Comment: