Dichiarazione di conformità CE: un esempio come scriverla
Formiamo professionisti della Sicurezza delle Macchine
Aiutaci a crescere condividendo questo articolo

Dichiarazione di conformità CE: un esempio come scriverla

dichiarazione_di_conformità_ce_esempio

La dichiarazione di conformità CE delle macchine è l’ultimo passaggio che il costruttore effettua per apporre il marchio CE alla macchina o impianto.

dichiarazione-conformità-ce-esempio

dichiarazione-conformità-ce-esempio

Nella guida alla applicazione della direttiva macchine, che potrai scaricare gratuitamente alla fine di questo articolo, è spiegata la differenza di macchina e quasi macchina. Capire questa differenza è di fondamentale importanza anche per la redazione del certificato di conformità.

Si possono quindi presentare due casi:

1 – Il fabbricante ha prodotto una macchina;

2 – Il fabbricante ha prodotto una quasi-macchina.

Nel primo caso il fabbricante dovrà accompagnare la macchina prodotta con una dichiarazione di conformità CE.

Nel secondo caso il fabbricante dovrà accompagnare la macchina con una dichiarazione di incorporazione.

In entrambi i casi tali certificati di conformità sono obbligatori e per usare una analogia rappresentano la “carta di identità” della macchina o della quasi macchina. Sono inoltre obbligatori per legge e precisamente sono previsti dall’articolo3, comma 3, lett. e), dall’articolo 4, comma 1, e dall’articolo 10, comma 1, lett. c) del D.Lgs.17/10. 

Alla fine del seguente approfondimento troverai degli esempi che potrai liberamente scaricare e usare come base per produrre la dichiarazione della tua macchina

Dichiarazione di conformità CE: cosa deve essere scritto?

Come è stato spiegato sopra i le dichiarazioni di conformità  da produrre sono differenti a seconda che il costruttore stia producendo una macchina o una quasi macchina. Esistono, tuttavia, delle caratteristiche comuni ai due certificati di conformità che andremo ad analizzare per prime.

Entrambe le dichiarazioni CE devono essere redatte alle stesse condizioni previste per le istruzioni per l’uso [cfr. allegato I, punto 1.7.4.1, lettere a) e b) del D.Lgs.17/10] e devono essere dattiloscritte oppure scritte a mano in caratteri maiuscoli.

[feature_box style=”9″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” alignment=”center”]

1.7.4.1. Principi generali di redazione
a) Le istruzioni devono essere redatte in una o più lingue ufficiali della Comunità. Il fabbricante o il suo mandatario si assume la responsabilità di tali istruzioni apponendovi la dicitura “Istruzioni originali”.
b) Qualora non esistano “Istruzioni originali” nella o nelle lingue ufficiali del paese di utilizzo della macchina, il fabbricante o il suo mandatario o chi immette la macchina nella zona linguistica in questione deve fornire la traduzione nella o nelle lingue di tale zona. Tali traduzioni devono recare la dicitura “Traduzione delle istruzioni originali”.

[/feature_box]

Tale dichiarazione di conformità riguarda esclusivamente la macchine nello stato in cui è stata immessa sul marcato, escludendo i componenti aggiunti e/o le operazioni effettuate successivamente dall’utente finale.

MACCHINE – Dichiarazione di conformità CE

La dichiarazione di conformità CE  di una macchina deve contenere gli elementi seguenti:

  • ragione sociale e indirizzo completo del fabbricante, e se del caso, del suo mandatario;
  • nome e indirizzo della persona autorizzata a costituire il fascicolo tecnico, che deve essere stabilita nella Comunità; (questo requisito ha lo scopo di semplificare le procedure di sorveglianza del mercato)
  • descrizione e identificazione della macchina, denominazione generica , funzione, modello, tipo, numero di serie e quant’altro necessario affinché l’identificazione della stessa sia la più precisa possibile; (il collegamento fra la macchina e la dichiarazione di conformità non si deve prestare a fraintendimenti)
  • una indicazione con la quale si dichiara esplicitamente che la macchina è conforme a tutte le disposizioni pertinenti della presente direttiva e, se del caso, una indicazione analoga con la quale si dichiara la conformità ad altre direttive europee alle quali la macchina ottempera: (è chiaramente stabilito che sono ammessi solamente i riferimenti alle direttive europee pertinenti e non i riferimenti alle normative nazionali di recepimento)
  • all’occorrenza, nome, indirizzo e numero di identificazione dell’organismo notificato che ha effettuato l’esame CE del tipo di cui all’allegato IX e il numero dell’attestato dell’esame CE del tipo;
  • all’occorrenza, nome, indirizzo e numero di identificazione dell’organismo notificato che ha approvato il sistema di garanzia qualità totale di cui all’allegato X; (l’Allegato X descrive come è possibile ottenere il certificato di conformità di una macchina che ricade nell’Allegato IV, in questo caso il certificato di conformità si ottiene applicando un sistema di garanzia della qualità totale)
  • all’occorrenza, riferimento alle norme armonizzate che sono state applicate; (le macchine costruite in conformità di  norme CE armonizzate, il cui riferimento è stato pubblicato nella gazzetta ufficiale dell’Unione Europea, sono presunte conformi ai requisiti essenziali di sicurezza coperti da tale norma)
  • all’occorrenza, riferimento ad altre norme e specifiche tecniche applicate;
  • luogo e data della dichiarazione;
  • identificazione e firma della persona autorizzata a redigere la dichiarazione a nome del fabbricante o del suo mandatario.

QUASI-MACCHINA – Dichiarazione di incorporazione

La dichiarazione di incorporazione di una quasi-macchina deve contenere i seguenti elementi:

  • ragione sociale e indirizzo completo del fabbricante della quasi-macchina e, se del caso, del suo mandatario;
  • nome e indirizzo della persona autorizzata a costituire la documentazione tecnica pertinente, che deve essere stabilita nella Comunità;
  • descrizione e identificazione della quasi-macchina, con denominazione generica, funzione, modello, tipo, numero di serie, denominazione commerciale;
  • un’indicazione con la quale si dichiara esplicitamente quali requisiti essenziali della direttiva 2006/42/CE sono applicati e rispettati e che la documentazione tecnica pertinente è stata compilata in conformità dell’allegato VII B e, se del caso, un’indicazione con la quale si dichiara che la quasi-macchina è conforme ad altre direttive comunitarie pertinenti. Questi riferimenti devono essere quelli dei testi pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea;
  • un impegno a trasmettere, in risposta a una richiesta adeguatamente motivata delle autorità nazionali, informazioni pertinenti sulle quasi-macchine. L’impegno comprende le modalità di trasmissione e lascia impregiudicati i diritti di proprietà intellettuale del fabbricante della quasi-macchina;
  • una dichiarazione secondo cui la quasi-macchina non deve essere messa in servizio finché la macchina finale in cui deve essere incorporata non è stata dichiarata conforme, se del caso, alle disposizioni della direttiva 2006/42/CE;
  • luogo e data della dichiarazione;
  • identificazione e firma della persona autorizzata a redigere la dichiarazione a nome del fabbricante o del suo mandatario.

[file_download style=”2″][download title=”Dichiarazione%20di%20conformit%C3%A0%20CE%20per%20macchine%20escluse%20Allegato%20IV” icon=”style1-Pdf-64×64.png” file=”http://www.analisirischimacchine.com/docfree/Dichiarazione_conformita_ce_macchine.pdf” package=”” level=”” new_window=””]Esempio%20di%20Dichiarazione%20di%20conformit%C3%A0%20CE%20per%20macchine%20escluse%20Allegato%20IV.%20Scaricabile%20Gratuitamente[/download][/file_download] [file_download style=”1″][download title=”Dichiarazione%20di%20incorporazione%20per%20quasi%20macchine” icon=”style1-Pdf-64×64.png” file=”http://www.analisirischimacchine.com/docfree/Dichiarazione_di_incorporazione_per_quasi_macchine.pdf” package=”” level=”” new_window=””]Esempio%20di%20dichiarazione%20di%20incorporazione%20per%20quasi%20macchine.%20%3Cbr%2F%3EScaricabile%20Gratuitamente.[/download][/file_download]

 

About the Author Ing. Rigon

CEO di SiCert S.r.l. Esperto in Direttive Europee e Normativa Tecnica per quanto concerne la sicurezza dei macchinari e delle attrezzature di lavoro e Luoghi di Lavoro Marito, Padre e appassionato della cultura e della formazione.

follow me on:

Leave a Comment: