Fascicolo Tecnico CE secondo la Direttiva Macchine | Esempi
Formiamo professionisti della Sicurezza delle Macchine
Aiutaci a crescere condividendo questo articolo

Fascicolo Tecnico CE secondo la Direttiva Macchine | Esempi

fascicolo-tecnico-direttiva macchine

Il fascicolo tecnico è un documento richiesto dalla direttiva macchine 2006/42/ce nella sezione allegati. Precisamente nell’allegato VII della direttiva macchine si specificano i requisiti per il fascicolo tecnico delle macchine.
È importante sottolineare come in tale allegato si precisi che per tutti quei componenti definiti “ macchina” secondo la direttiva 2006/ 42/ce si debba realizzare il fascicolo tecnico mentre per le quasi-macchine si parli di documentazione tecnica pertinente.
Il fascicolo tecnico rimane quindi il documento con cui il fabbricante attesta e dimostra alle autorità di controllo ( qualora ne richiedessero la divisione) che la macchina o impianto da lui prodotti rispettino i requisiti essenziali di sicurezza e quindi la conformità CE.

FASCICOLO TECNICO: come deve essere scritto

fascicolo-tecnico-direttiva macchineL’allegato VII, sezione A, precisa che il fascicolo tecnico CE deve essere redatto in una o più lingue ufficiali dell’europea e che deve riguardare la progettazione la fabbricazione e il funzionamento della macchina. Il fabbricante deve accertarsi che il fascicolo tecnico CE comprenda tutte le informazioni necessarie per dimostrare chiaramente di aver ottemperato al soddisfacimento di tutti i requisiti essenziali di sicurezza (RESS) presenti nell’allegato I della direttiva macchine.

Ad esempio, si dichiara la conformità ad una norma armonizzata la quale prevede l’esecuzione di prove e test, fatte dal fabbricante oppure da un laboratorio di prova oppure da un organismo notificato, devono essere inserite all’interno del fascicolo tecnico della direttiva macchine 2006/42/CE. Tutta la documentazione relativa alle quasi-macchine incorporate alla macchina devono essere inserite nel fascicolo tecnico delle macchine. Sento l’importanza di fare una annotazione in merito alle lingue in cui devono essere scritti questi documenti. La direttiva macchine 2006/42/CE specifica che tali documenti devono essere trasmessi dai fornitori dei componenti in una delle lingue ufficiali dell’unione europea, da nessuna parte sta scritto che tali documenti debbano essere scritti nella lingua del paese di utilizzazione ad esempio della macchina o della quasi-macchina. Non si rende quindi necessaria la traduzione di tali documenti. Tuttavia, i documenti non scritti in una delle lingue ufficiali del due dovranno essere tradotti in una di queste lingue.

La struttura del fascicolo tecnico per la marcatura CE non è una struttura rigida e predefinita tuttavia essa deve contenere obbligatoriamente una serie di informazioni che possiamo riassumere nei seguenti punti:

  1. descrizione generale della macchina;
  2. disegno complessivo della macchina;
  3. disegni dettagliati eventualmente accompagnati da notte di calcolo risultati testa o prove che consentono la verifica della macchina ai requisiti essenziali di sicurezza (RESS);
  4. schemi dei circuiti di comando;
  5. analisi dei rischi, soluzioni applicate, misure di protezione attuate;
  6. elenco delle norme armonizzate o specifiche tecniche applicate;
  7. relazioni tecniche delle prove effettuate;
  8. un esemplare delle istruzioni per l’uso;
  9. dichiarazione di incorporazione delle eventuali quasi macchine incluse;
  10. copia delle dichiarazioni di conformità CE di eventuali macchine incorporate;
  11. copia delle dichiarazioni di incorporazione quasi-macchine incorporate;
  12. copia della dichiarazione di conformità della macchina.

Detto ciò viene come conseguenza capire che il fascicolo tecnico costituisce l’elemento chiave per la valutazione della conformità CE del prodotto nell’ambito del controllo del mercato da parte degli Stati membri, è altresì strumento fondamentale per il fabbricante per assicurarsi che che il macchinario sia progettato e costruito secondo i requisiti essenziali di sicurezza.
Con la nuova direttiva macchine 2006/42/CE stato inoltre introdotto l’obbligo da parte del fabbricante di riportare nella dichiarazione di conformità CE il nome e l’indirizzo della persona( fisica o giuridica) autorizzata dal fabbricante stesso a costituire il fascicolo tecnico. Tale persona, sia fisica o giuridica, deve avere residenza all’interno della comunità europea e non è in alcun modo responsabile della progettazione fabbricazione o della conformità CE della macchina né del contenuto del fascicolo tecnico stesso. La sua funzione è solamente quella di rendere disponibile il fascicolo tecnico alle autorità competenti quanto da queste richiesto.

Realizzato il fascicolo tecnico posso marcare CE la macchina?

fascicolo-tecnico-CEUna volta realizzato il fascicolo tecnico secondo la direttiva macchine è necessario adempiere ad altre richieste.In particolar modo il fabbricante dovrà:

  • redigere la dichiarazione di conformità CE;
  • marcatura CE del suo prodotto.

È inoltre importante tenere presente che il fabbricante deve prendere tutte le misure necessarie a garantire che il prodotto da lui realizzato sia conforme alle caratteristiche tecniche e di sicurezza indicate nel fascicolo tecnico della macchina. Semplicemente il prodotto realizzato deve essere quello del fascicolo tecnico allegato. Sembra un aspetto banale ma è molto importante nel caso di importazioni di macchine da paesi non membri dell’unione europea, in questi casi il responsabile del prodotto non è più il fabbricante ma bensì il mandatario o l’importatore. Questi dovranno attivare delle procedure interne, esterne e di controllo per garantire che il prodotto da loro importato sia lo stesso di quello indicato nel suo tecnico.

Ulteriori considerazioni sul fascicolo tecnico

Abbiamo capito che il fascicolo tecnico è il documento con cui necessariamente un fabbricante riesce a garantire la conformità della macchina ai requisiti essenziali di sicurezza quello che inoltre ci vuol far presente e far porre attenzione al fabbricante è che il fascicolo tecnico comprende la documentazione relativa alla valutazione dei rischi. La valutazione dei rischi con la direttiva macchine 2006/42/CE è diventata obbligatoria. È necessario quindi che il fabbricante formalizzi per iscritto la metodologia seguita per la valutazione dei rischi e scriva i risultati di questa valutazione. Tale documento è molto utile sia ai fini della progettazione in quanto obbliga il progettista a porsi delle domande nella fase di realizzazione della macchia, sia nella fase di controllo del prodotto finale in quanto sussiste una linea guida, una lista di controllo di quanto riportato nella valutazione dei rischi.

Alcuni Esempi di fascicolo Tecnico CE

[file_download style=”2″][download title=”Fascicolo%20Tecnico%20per%20le%20Macchine” icon=”style1-Pdf-64×64.png” file=”http://www.montanarigiulio.com/wp-content/uploads/2012/12/296.pdf” package=”” level=”” new_window=””]In%20riferimento%20al%20Decreto%20legislativo%2027%20gennaio%202010%20%2C%20n.%2017%20%20attuazione%20della%20Direttiva%202006%2F42%2FCE%20ALLEGATO%20VII%20(previsto%20dall%E2%80%99articolo%203%2C%20comma%203%2C%20lettera%20b)%2C%20e%20dall%E2%80%99articolo%2010%2C%20comma%201%2C%20lettera%20a))%3Cbr%2F%3E%3Cstrong%3EA.%20Fascicolo%20Tecnico%20per%20le%20Macchine%3Cstrong%2F%3E%3C%2Fstrong%3E[/download][/file_download] [file_download style=”2″][download title=”Fascicolo%20Tecnico%20(Quasi-Macchina)” icon=”style1-Pdf-64×64.png” file=”http://analisirischimacchine.com/docfree/fascicolo_tecnico_esempio_quasi_macchina.pdf” package=”” level=”” new_window=””]In%20riferimento%20al%20Decreto%20legislativo%2027%20gennaio%202010%20%2C%20n.%2017%20%20attuazione%20della%20Direttiva%202006%2F42%2FCE%20ALLEGATO%20VII%20(previsto%20dall%E2%80%99articolo%203%2C%20comma%203%2C%20lettera%20b)%2C%20e%20dall%E2%80%99articolo%2010%2C%20comma%201%2C%20lettera%20a))%3Cbr%2F%3E%3Cstrong%3EB.%20Documentazione%20tecnica%20pertinente%20per%20le%20quasi-macchine%3Cstrong%2F%3E%3C%2Fstrong%3E[/download][/file_download]

 

About the Author Ing. Rigon

CEO di SiCert S.r.l. Esperto in Direttive Europee e Normativa Tecnica per quanto concerne la sicurezza dei macchinari e delle attrezzature di lavoro e Luoghi di Lavoro Marito, Padre e appassionato della cultura e della formazione.

follow me on:

Leave a Comment: