Segnaletica di sicurezza delle macchine - Perchè serve?
Formiamo professionisti della Sicurezza delle Macchine
Aiutaci a crescere condividendo questo articolo

Segnaletica di sicurezza: macchine e impianti

segnaletica di sicurezza

La segnaletica di sicurezza, comunemente chiamati anche pittogrammi di sicurezza, sono delle figure, segni, simboli con funzione segnaletica. Questi segnaletica di sicurezza avverte l’operatore della presenza nella macchina o impianto di un potenziale pericolo causato dalla attrezzatura stessa o da organi lavoratori da lui stesso azionati.

Alla fine di questo approfondimento avrai la possibilità di scaricare il file segnaletica di sicurezza pdf, il quale raccoglie una selezione di pittogrammi comunemente utilizzati nelle macchine.

La segnaletica non ha forma, colori e rappresentazioni casuali. Principalmente in Italia la regolamentazione di tale segnaletica è descritta nel “DECRETO LEGISLATIVO 14 agosto 1996, n. 493 Attuazione della direttiva 92/58/CEE concernente le prescrizioni minime per la segnaletica di sicurezza e/o di salute sul luogo di lavoro”. 

Inoltre è possibile approfondire l’argomento attraverso la norma UNI EN ISO 7010:2015 – “Segni grafici – Colori e segnali di sicurezza – Segnali di sicurezza registrati”

Segnaletica di sicurezza: corretta definizione a bordo macchina

Se la dichiarazione di conformità rappresenta la “carta di identità” della macchina, la segnaletica di sicurezza indica che su quella specifica macchina è stata effettuata una analisi dei rischi. Ad ogni rischio per l’operatore corrisponde uno o più pericoli, i quali se non opportunamente ridotti devono essere segnalati attraverso una apposita segnaletica posta in prossimità del pericolo stesso.

Segnaletica di sicurezza

Segnaletica di sicurezza

La segnaletica di sicurezza è molto utilizzata nel settore delle macchine agricole e attrezzature movimento terra. A titolo di esempio si riportano alcuni pittogrammi di pericolo a bordo macchina di un Carico e scarico di un escavatore (Fonte provincia di Bolzano).

Di fianco si riportano dei pittogrammi di pericoli i quali indicano la presenza di taluni rischi per operatore. Si definiscono pittogrammi di pericolo perché hanno forma triangolare sfondo giallo con disegni di colore nero.

Obbligo scarpe antistatiche

Obbligo scarpe antistatiche

A differenze dei segnali di divieto, i quali si presentano di forma circolare di colore rosso e son sfondo bianco (vedi es. fig. divieto rimozione protezioni) mentre i segnali di obbligo hanno forma circolare con sfondo azzurro e disegno o scritte bianche.

 

 

Chi è il responsabile della applicazione sulla macchina o impianto

Sebbene non sia un argomento molto diffuso nella letteratura è di fondamentale importanza inserire nelle procedure di controllo della fabbricazione delle macchine e impianti una fase di controllo e verifica dell’individuazione e segnalazione dei pericoli.

E’ il costruttore che immette nel mercato la macchina o l’impianto l’incaricato della applicazione della segnaletica di pericolo. Tale segnaletica è il risultato finale del processo di valutazione e riduzione del rischio e aiuta i responsabili della sicurezza degli stabilimenti produttivi su cui verrà installata la macchina ad elaborare il documento della valutazione del rischio secondo quanto imposto dal “D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81”

Quando viene applicata

La segnaletica di sicurezza va applicata qualora seppur avendo ridotto il rischio attraverso una accurata valutazione dei rischi della macchina, un uso ragionevolmente prevedibile dell’operatore può eludere la sicurezza impiantistica o un dispositivo di protezione.

Per chiarire meglio tale concetto, che è il risultato di numerose esperienze sul campo e osservazioni sul modo di operare degli operatori, poniamo l’esempio di un sistema di trasmissione di potenza con supporto a cuscinetti e dispositivi di ingrassaggio.

Pericolo cesoiamento e trascinamento

Pericolo cesoiamento e trascinamento

Essendo un sistema dotato di organi in movimento generalmente l’applicazione di dispositivi di protezione con interblocco garantisce un sufficiente grado di sicurezza arrestando il sistema in movimento nel caso di rimozione della protezione. Il caso è frequente nel caso di operazioni di manutenzione o semplicemente di ingrassaggio durante il funzionamento.

 

Divieto rimozione protezioni

Divieto rimozione protezioni

In questo caso la segnaletica di sicurezza è necessaria per evidenziare una situazione di pericolo , dovuta ad organi in movimento con il conseguente pericolo di trascinamento o schiacciamento degli arti superiori (fig. Pericolo cesoiamento e trascinamento)   e soprattutto una operazione di divieto di di rimozione dei dispositivi di sicurezza (fig. divieto rimozione protezioni).

 

Dove deve essere applicata sull amacchina

La segnaletica di sicurezza viene applicata in prossimità della zona di pericolo della macchina o della attrezzatura.

Segnaletica di sicurezza

Segnaletica di sicurezza

La figura a fianco riporta un esempio di applicazione sulla macchina carico e scarico di un escavatore.

Un altro passo importante in questa fase di segnalazione dei pericoli è quello della loro indicazione e spiegazione nelle istruzioni per l’uso.

Di fondamentale importanza dal punto di vista della sicurezza delle macchine e impianti è il paragrafo nel manuale di uso e manutenzione indicante tutti i pittogrammi presenti nella macchina e la loro posizione nella stessa. Un esempio esaustivo è riportato nella figura a fianco, la quale da una “Info-grafica” delle zone pericolose.

Segnaletica di Obbligo

Segnaletica di Obbligo

Predominanti sono i cartelli triangolari con sfondo giallo e disegni di colore nero i quali indica i pericoli presenti in quel punto della macchina, tuttavia possono anche essere presenti dei segnali di obbligo (forma circolare di colore azzurro e con disegni di colore bianco) i quali sono prescrivono all’operatore di utilizzare talune attrezzature specifiche come ad esempio

 

Perché è necessaria

Come abbiamo accennato sopra una corretta applicazione della segnaletica di sicurezza si basa su una corretta e accurata analisi dei rischi della macchina e individuazione dei pericoli sulla stessa.

E’ una indicazione necessaria, non solo perché obbligatoria, ma bensì perché risulta di aiuto a:

  • operatori e manutentori della macchina: i pittogrammi infatti sono delle rappresentazioni visive dei pericoli, obblighi e divieti. Hanno lo scopo di ricordare visivamente che in quella posizione della macchina sono presenti dei pericoli, oppure si necessita dell’utilizzo di particolari dispositivi di protezione individuale (DPI) oppure ricordano il divieto ad eseguire talune operazioni;
  • responsabile della sicurezza dello stabilimento:

E’ inoltre uno strumento indispensabile per completare la valutazione dei rischi della macchina e necessario per:

  • redigere documento valutazione rischi richiamato dal D.lgs n.81;
  • per redigere il manuale di uso della macchina
[vertical_spacing height=”30″] [feature_box style=”24″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” alignment=”center”]

Prima di salutarci ti chiedo di ripagare il mio impegno nello scrivere questo post semplicemente facendo click sul bottone +1 (sempre che tu non l’abbia già fatto). Per me, questo segno di riconoscenza significa tanto 😉

[/feature_box]
[easy-social-share buttons=”google” morebutton=”3″ morebutton_icon=”plus” counters=1 counter_pos=”insidehover” total_counter_pos=”rightbig” style=”button” template=”metro-retina” fixedwidth=”yes”]
[vertical_spacing height=”26″]

 

Siamo arrivati alla fine di questo interessante approfondimento e come che avevo promesso in allegato troverai una selezione della segnaletica di sicurezza  delle macchine e degli impianti.

Se sei interessato a questo documento scarica gratuitamente il file segnaletica di sicurezza gratis pdf

About the Author Ing. Rigon

CEO di SiCert S.r.l. Esperto in Direttive Europee e Normativa Tecnica per quanto concerne la sicurezza dei macchinari e delle attrezzature di lavoro e Luoghi di Lavoro Marito, Padre e appassionato della cultura e della formazione.

follow me on:

Leave a Comment: