Oltre al colore, signora, anche la posizione relativa dei pulsanti o attuatore sul pannello di comando ed il loro senso di azionamento devono essere correlati con il senso del movimento che ne consegue. Questo con lo scopo di rendere più intuitive le azioni dell’operatore.

Tutti questi movimenti sono riportati nella norma generale di prodotto CEI EN 60447 - interfaccia uomo macchina - principi di manovra. Questa norma non è armonizzata ai sensi della direttiva macchine, mentre lo è la norma CEI EN 61310-3 (CEI 44-12-  “Sicurezza del macchinario - Indicazione, marcatura e manovra Parte 3: Prescrizioni per il posizionamento) che rimanda alla norma CEI EN 60447 per alcune prescrizioni.

Gli allegati A e B della norma CEI EN 60447 suddividono i comandi i movimenti in due gruppi, con la convenzione che ad un comando di un determinato gruppo deve corrispondere un movimento o un’azione dello stesso gruppo.

Tutte queste correlazioni sono riassunte nella tabella seguente:

EN 61310 classificazione dei comandi

Cerchiamo di spiegare con un esempio le tabelle sopra riportate.

Supponiamo di avere come attuatore un volante. La sua natura dell’azione è ovviamente la rotazione, la quale può avvenire in senso orario (gruppo 1) oppure antiorario (gruppo 2).

classificazione degli effetti

Secondo la convenzione riportata nella norma ad ogni senso dell’azione è associato un gruppo e l’effetto equivalente deve appartenere allo stesso gruppo. Pertanto ruotando l’attuatore in senso orario (gruppo 1) l’effetto deve ricadere anch’esso all’interno del gruppo 1 e pertanto la rotazione oraria di un attuatore a volante deve provocare un aumento della natura dell’effetto (ad esempio un aumento di tensione, potenza velocità, temperatura ecc.).

Sempre la stessa norma riporta una classificazione e una correlazione fra le azioni degli attuatori e i loro effetti risultanti.

Nel caso ad esempio di attuatori a singolo effetto un movimento da sinistra verso destra, per convenzione indica un aumento dell’effetto risultante (ad esempio, un aumento di velocità).

Nel caso invece di attuatori a doppio senso, per convenzione il punto di “zero” (o velocità nulla) sta al centro, mentre spostando a destra l’attuatore si indica per convenzione un aumento dell’effetto risultante (ad esempio la velocità) nel senso avanti, spostando a sinistra, invece si aumenta l’effetto risultante nel senso indietro. Analogamente, nel caso l’attuatore presenti spostamenti in “su” oppure “giu” si aumenta rispettivamente la velocità massima in avanti e la velocità massima indietro.

attuatori a singolo e doppio effetto

Emanuele Rigon


CEO di SiCert S.r.l. Esperto in Direttive Europee e Normativa Tecnica per quanto concerne la sicurezza dei macchinari e delle attrezzature di lavoro e Luoghi di Lavoro Marito, Padre e appassionato della cultura e della formazione.

CEO di SiCert S.r.l. Esperto in Direttive Europee e Normativa Tecnica per quanto concerne la sicurezza dei macchinari e delle attrezzature di lavoro e Luoghi di Lavoro Marito, Padre e appassionato della cultura e della formazione.

Emanuele Rigon

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

GRATIS


Come applicare correttamente la Direttiva Macchine 2006 / 42 / CE

PREZZO  GRATIS

  • Explain exactly what your online course is and how it’s the perfect solution
  • Keep it short
  • Designed to teach them how to achieve their goal
__CONFIG_colors_palette__{"active_palette":0,"config":{"colors":{"9bd08":{"name":"Main Accent","parent":-1}},"gradients":[]},"palettes":[{"name":"Default Palette","value":{"colors":{"9bd08":{"val":"rgb(19, 114, 211)"}},"gradients":[]},"original":{"colors":{"9bd08":{"val":"rgb(19, 114, 211)","hsl":{"h":210,"s":0.83,"l":0.45}}},"gradients":[]}}]}__CONFIG_colors_palette__
SCARICA GRATIS ADESSO